Evento del 16 Ottobre – La guida!

Il 16 Ottobre Apple terrà un altro evento, mettete mano al vostro portafoglio (o ad Apple Pay!), rompete i salvadanai e preparate la vostra letterina a Babbo Nasale!

santa robot

Caro Steve Jobs…

Ecco una guida, un po’ seria un po’ no, su cosa aspettarsi dal prossimo keynote!

Informazioni generali

L’evento si terrà il 16 Ottobre appunto.  Terrà il keynote direttamente l’interprete di Cinese Mandarino dell’altra volta, che starà sul palco parlando in Cinese. A turno Tim, Phil e Jony parleranno sopra in Inglese come voce fuoricampo, ma solo per i primi 20 minuti di evento.

Per evitare altre figuracce, Apple ha chiesto la consulenza dei sistemisti di Porn Hub. Che l’industria del porno fosse coinvolta si capiva anche dal titolo dell’evento “It’s been way too long!” sottotitolo “John Holmes (una vita per il cinema)”.

Dato che l’evento è il 16, ci si potrà mettere in coda davanti agli Apple Store a partire dal 14, per poi scoprire all’ultimo che i prodotti presentati saranno disponibili solo dal 24, e quindi ricominciare la fila dal 22.

Gli iCosi

Gli ultimi rumors ci martellano con l’iPad Air 2 o, in un’onda nostalgica, iPad Air ][ (che si legge II, come l’Apple II, che però va scritto Apple ][, sennò sui forum vi cazziano!). Questa del ritorno all’uso del II è un’iNdizio del fatto che gli anni ’80 sono tornati di moda, almeno da 20 anni. Ad esempio, Moto Guzzi ha presentato la V7 II, modello che riprende il nome di una famosa motocicletta degli anni ’70 (che sono tornati di moda da almeno 30 anni), la V7 700, abbinato al numero di revisione II della V35 II, modello degli anni ’80.

L’iPad Air ][ sarà dotato del processore A8 ma senza svincolo A4 che causa iNgorghi nel bus di sistema, coprocessore M8 con velocità limitata a 50 mph all’altezza del Kingston Bridge. Avrà il design della scocca stile iPhone 6+, ma pare sarà privo dell’obiettivo sporgente, del tasto muto e della modalità pieghevole. Probabili il lettore delle impronte digitali e il chip NFC, necessari per Apple Pay.

Forse si vedrà anche il famoso iPad “Pagine Bianche”, ovvero l’iPad Pro da 12.9 pollici. Si mormora che sarà disponibile con tanto di dock tastiera (ehi! Ma questo l’aveva detto Jeby qualche settimana fa!) e un sistema operativo iBrido, un misto tra OS X/iOS 8 che, ricordiamolo, non si pronunciano OESSEICS e IOSOTTO ma OESSTEN e AIOSSEIT. A parte gli iScherzi, quella della convergenza di OS desktop e mobile è una tematica molto attuale e discussa.

Forse lo presentano, forse rimandano al secondo quarto dell’anno prossimo, forse tutto viene confuso con l’altro rumor, ovvero il MacBook Air da 12.9 pollici con schermo touch.

E poi l’iPad Mini che potrebbe guadagnare un tocco di colore.

Quelle altre robe con tastiera e monitor

Questa è la situazione della gamma Apple computer (caro fan di Justin Bieber, si scrive computer si legge compiùter, non è poi così difficile, è quella roba che tuo nonno usa per leggere le newsletter e sfogliare il PDF di Postalmarket)

  • il MacBook Air, come già detto sopra, potrebbe vedere l’introduzione di un modello ultrasottile di dimensioni importanti, 12.9″, con schermo touch. Sembra che questo modello non sarà pronto alla commercializzazione prima dell’anno prossimo, insomma tempistiche compatibili con l’iPad grande di cui sopra.
  • il MacBook Pro povero, quello senza lo schermo ultra-definito, andrà probabilmente a morire o, nella mente dei feticisti apple-maniaci, rimarrà in listino senza la scritta pro e tutto in policarbonato colorato semitrasparente. Molti (chi?) fan infatti leggono un ritorno ad un passato arcobaleno, interpretando così il titolo “è passato troppo tempo” associato alle strisce tutte colorate che compongono il logo Apple nell’invito.
  • il Mac Mini che non viene aggiornato da 2 anni rimarrà non aggiornato per altri 2 anni. Infatti è inutile aggiornare adesso che Intel Haswell è agli sgoccioli, meglio aspettare Broadwell che però è in ritardo, quindi andrà ad accavallarsi a Skylake… insomma: o aspettano Skymont, o passano ad ARM come suggeriscono molti analisti. La cosa del passaggio ad ARM non è un’idea poi così peregrina: gli attuali chip A8 a 64 bit sfruttano di fatto un set di istruzioni ARM v8.
  • L’iMac è solo un anno che non viene toccato. I siti di rumors sparano alto: avrà un monitor da 27″ con risoluzione 5K, dimenticandosi completamente che ci vuole una scheda video adatta al compito e che attualmente questi schermi ancora non esistono. Ad esempio DELL vuole vendere un nuovo monitor 27″ con risoluzione 5K a partire da fine anno, alla modica cifra di 2000 $ circa. Solo. Il. Monitor.
  • Infine arriverà la versione definitiva di Yosemite probabilmente disponibile per il download e per sputtanare i vostri Mac direttamente poco dopo la presentazione (vi prego, aspettate almeno un paio di aggiornamenti).

’nuff said

  • jeby

    PS: questo post era molto più lungo e con più immagini e varie cazzate. Purtroppo, non so perché, WordPress si è rifiutato di mandare a buon fine la pubblicazione di un post con più di 830 parole: una volta pubblicato bloccava il caricamento di tutto il resto del sito, lasciando solo il titolo!!!

    Alcune cose che ho stralciato:

    – A fine evento gli Elio e Le Storie Tese eseguiranno “John Holmes (una vita per il cinema)” dal vivo e voi tutti riceverete sulle vostre playlist di iTunes una copia dell’album “Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu”

    – Il monitor 5K è più probabile sul Apple Thunderbolt Display che sull’iMac
    – Gli iPod poverini languono non aggiornati da tempo