Woglia di Wiki

In questi giorni mi sto interessando molto ai wiki, per la realizzazione di un nuovo progetto che nulla ha a che fare con questo blog ed il mondo Apple in generale. Ma, innanzi tutto, cos’è un wiki? Chiediamolo al wiki più famoso del mondo:

Un wiki è un sito web (o comunque una collezione di documenti ipertestuali) che permette a ciascuno dei suoi utilizzatori di aggiungere contenuti, come in un forum, ma anche di modificare i contenuti esistenti inseriti da altri utilizzatori.

Il termine wiki può anche riferirsi al software collaborativo utilizzato per creare un sito web.Wikipedia

Ma la cosa più straordinaria del Wiki non è tanto la possibilità di collaborazione, ma la facilità con cui la collaborazione avviene e, ancora di più, la facilità con cui è possibile creare nuovi contenuti. La sintassi Wiki è così facile da fare imbarazzo: stento a credere che per fare un link io debba solo digitare, ad esempio [http://it.wikipedia.org/wiki/Wiki Wikipedia], o per un link ad una pagina del wiki: [[[nome pagina |nome link]]], che tra l’altro funziona anche se la pagina non esiste (in questo caso si verrà invitati a creare la pagina stessa). E per fare le tabelle?? È un’idiozia, basta separare le celle con || e andare a capo per creare una nuova riga! Io in HTML non so nemmeno come farla una tabella!!
La cosa più difficile in un wiki è… cominciare! Creare un dominio, installare il wiki ecc… tutte cose che non mi andava di fare. Così ho cercato un servizio “all inclusive” che mi permettesse di essere subito operativo, insomma una specie di Blogger per Wiki. Ho trovato WikiDot, gratuito, che fornisce tutti gli strumenti necessari per creare un wiki facilmente ed iniziare subito a gestirlo. Così ho avviato il progetto e ho invitato qualche amico, verificando con mano quanto sia facile per tutti scrivere e gestire un wiki.
Ho giocherellato un po’ con WikiDot e l’ho provato con Safari: con mia grande sorpresa, l’editor avanzato (tra l’altro praticamente inutile, data la facilità della sintassi) funziona a meraviglia anche su Safari… un esempio di compatibilità che forse Blogger e soci farebbero bene a prendere in considerazione. Wiki non si presta bene ad essere usato per creare blog, ma piuttosto per creare una comunità di persone riunite dall’interesse per un certo argomento. Quello che comunque sembra inscindibile dalla filosofia del wiki, a prescindere dall’oggetto trattato, è la volontà di trasmettere conoscenza, di mettere il sapere a disposizione di tutti. Per questo motivo, ad esempio, WikiDot permette di scegliere tra varie licenze di tipo Creative Commons, anche se ferme alla versione 2.5. Insomma… se avete qualcosa da dire al mondo, se conoscete la ricetta per cucinare la migliore Pastiera al mondo, se avete abilità particolari e vorreste tramandarle a qualcuno… beh, un wiki potrebbe essere un passatempo utile e dilettevole!

p.s.: bella la nuova funzione “auto save” di Blogger… ci voleva!

’nuff said

Technorati Tags :