Win8 contro tutti, UE inclusa

Come già saprete, venerdì scorso è stato presentato Windows 8, il nuovo OS di casa Microsoft. Come ogni altro prodotto presentato dal colosso informatico, la novità è stata accompagnata da polemiche e sberleffi.

C’è chi più o meno giustamente critica la nuova interfaccia Metro, un po’ per pigrizia mentale (e si sa, il cambiamento è qualcosa di mal visto dalla popolazione di Win User), un po’ per effettivo scetticismo nei confronti di una “metafora” della GUI nata principalmente per l’uso su dispositivi mobile e poi portata su desktop. In effetti se su smartphone e tablet la nuova interfaccia Metro funziona sicuramente molto bene e appare ergonomica, in campo desktop solleva molte perplessità, disorienta gli utenti e ripropone all’ennesima potenza il concetto di “full screen a tutti i costi” che probabilmente porterà ad avere in casa follie come i PC touchscreen da 27″, che uno si chiede “ma perché???” e nessuno sa rispondergli. A proposito dei cambiamenti dell’interfaccia e delle preferenze degli utenti Windows, interessante il sondaggio di forumwindows8 che vede le preferenze maggiori verso Windows 7 e tra i punti a sfavore di Win8 ci sono un paio di questioni legate proprio all’interfaccia (opzioni di riavvio poco visibili, doppia modalità Metro/Classica).

Q: Qual è il tuo OS Windows preferito? A: Win 3.1

Q: Quali sono i difetti di Windows 8? A: Non è Win 3.1!

Altri invece inveiscono contro le eccessive richieste hardware (che poi: perché stupirsi ancora?) e additano il nuovo OS made in Redmond come il male assoluto per i PC: ha fatto scalpore la frase di Gabe Newell l’uomo che sta dietro a Valve Steam, la famosa piattaforma distributrice di videogame, ma pare che tali critiche siano dovute più che altro a timori nei confronti di Windows Store, l’Apple Store di Windows… e che fantasia. Commenti analoghi anche da Blizzard, altra azienda specializzata in videogiochi.

Non mancano anche tutte le problematiche legate alla sicurezza che tipicamente accompagnano ogni nuova release del OS di Redmond.

Parallelamente, già sono partite le tipiche goliardate di utenti anti-MS di tutto il mondo, a partire dalla nuovissima BSOD dotata di emoticon che su google immagini è difficile trovare nella sua forma originale.

Insomma, fin qui tutto normale. Quello che quasi tutti si sono dimenticati di dire è che, alla vigilia della presentazione di Windows 8, la Comunità Europea era pronta a notificare a MS una multa di 7.4 miliardi di $ o 10% del revenue dell’anno fiscale conclusosi il 30 giugno 2012. Questa multa andrebbe a sommarsi al totale di 1.6 miliardi di euro di multe già pagati da MS alla UE nel corso degli ultimi 10 anni.
L’ultima multa riguarda ancora l’annosa questione del browser IE “imposto” come standard in tutte le installazioni, a dispetto di accordi presi nel 2009 con l’antitrust che prevedevano la presentazione di diverse opzioni sulla scelta di browser.

Microsoft si scusa, la UE ammonisce: vedi di non rifarlo su Win8. L’hanno rifatto? Data la natura recidiva di MS, a quanto pare chi installarà Win8 da zero si troverà il suo bel IE e la sua ricerca su Bing di default in “prima pagina” (che sarebbe il desktop dell’interfaccia Metro), tanto da spingere Google a realizzare un tutorial su come riavere indietro Chrome e la ricerca su Google.
Aspetto di provare seriamente il nuovo OS verso il quale ho molte curiosità.

’nuff said