EcoDrive Microsoft + FIAT: l’ecologia anche su Mac

Ieri è stato presentato da FIAT auto e da Microsoft EcoDrive un’evoluzione del sistema di infotainment Blue&Me, già disponibile su vari modelli del Gruppo (FIAT, Lancia, Alfa Romeo, Maserati e Ferrari). Di che si tratta? Semplicemente di un software che consente di scaricare su drive USB i dati relativi ai consumi dell’auto, al proprio stile di guida ecc.. così da poter migliorare le proprie percorrenze. Di seguito la cartella stampa:

Presentato a Parigi il sistema “ecoDrive” per una guida “eco-responsabile”

Oggi, in occasione dell’inaugurazione del Salone di Parigi 2008, l’Amministratore Delegato di Fiat Automobiles Lorenzo Sistino ha presentato alla stampa internazionale “ecoDrive”, l’innovativo sistema che consente ai guidatori di capire meglio come il proprio stile di guida influenzi i consumi e l’emissione di sostanze inquinanti.

“ecoDrive” è un applicativo software da installare sul proprio computer che da oggi è disponibile su www.fiat.com/ecodrive (sullo stesso sito è anche presente un video dedicato).

In dettaglio, mentre si guida la propria vettura, “ecoDrive” raccoglie tutte le informazioni relative all’efficienza del veicolo e alle caratteristiche di guida dell’automobilista. Tutti i dati, attraverso la porta USB del versatile Blue&Me, vengono così trasmessi all’interno di una normale chiavetta USB e quindi disponibili per una successiva “lettura” su un computer.

Infatti, l’utente può analizzare con attenzione consumi ed emissioni di ognuno dei suoi viaggi (ecoIndex) e ricevere consigli su come guidare per avere un minore impatto ambientale. Infatti, grazie ad una serie di tutorial progressivi, si potrà migliorare il proprio punteggio: basti pensare che gli automobilisti più attenti ad una guida “eco-responsabile” possono attendersi miglioramenti del proprio stile di guida pari al 15%, che significa quindi: ridurre le emissioni di CO2 del 15% e un risparmio annuo di carburante compreso tra 120 e 200 euro. Inoltre, proprio per gli “ecoDriver” di Fiat nel mondo nasce “ecoVille”, una community on-line dove tutti potranno condividere l’interesse e l’impegno verso una guida eco-responsabile accedendo al sito www.fiat.com/ecodrive.

Fiat 500 e Grande Punto sono le prime vetture del Gruppo Fiat a poter utilizzare “ecoDrive” che sarà scaricabile dal sito e installato senza spese aggiuntive a partire da oggi. Nel 2009, il sistema sarà esteso al resto della gamma equipaggiata con Blue&Me. Infine, grazie al contributo degli utenti, l’applicativo “ecoDrive” sarà aggiornato rendendolo ancora più utile.

“ecoDrive” è un’evoluzione del Blue&Me, la piattaforma sviluppata congiuntamente da Fiat Group Automobiles e Microsoft che ha già ottenuto diversi riconoscimenti e raggiunto la quota di 500.000 unità installate in circa due anni sui vari modelli del Gruppo.

Torino 2 ottobre 2008

Stranamente il team Microsoft ha fatto una cosa intelligente, rilasciando l’applicazione anche per Mac: infatti l’applicazione è realizzata col flessibilissimo Adobe AIR, e quindi prima o poi sarà disponibile anche per Linux!

Purtroppo non ho un’auto compatibile col sistema, ma avendo provato il B&M in versione “normale” devo dire che sono rimasto impressionato dalla qualità e dalle funzionalità del sistema. Non sembra nemmeno made in Redmond, se non fosse per l’odioso logo impresso in varie parti dell’abitacolo. A quanto sembra Apple è rimasta un po’ indietro in questo campo e preferisce affidarsi a società terze piuttosto che sviluppare un proprio reparto automotive (come invece ha fatto MS). Sul fronte Linux non saprei, potrebbe essere una bella sfida per Canonical. Insomma, poca concorrenza… un vero peccato, ed è un vero peccato che il pur buon sistema B&M faccia un po’ lo schizzinoso con iPod, iPhone e compagnia cantando (in pratica… niente AAC o MP4, solo MP3 senza protezione)

Tornando ad EcoDrive, l’applicazione è molto semplice e leggera,  sembra ben realizzata, molto colorata, con un invitante stile da fumetto. EcoDrive è un prodotto interessante in questi tempi di caro petrolio, anche per chi non si intende molto di motori, poiché mostra una serie di grafici e consigli di facile comprensione anche ai non addetti:


Ok, forse non sarà il top dell’utilità, e certamente non risolve il problema dell’inquinamento e del caro petrolio. Però mi sembra un’idea simpatica, intelligente ed economica per cominciare a realizzare una sorta di educazione dell’automobilista, soprattutto per i più giovani, sicuramente più invitante e stimolante rispetto ai soliti consigli dati dalle riviste del settore

’nuff said

  • GiMo

    Non mi sembra ai livelli delle centraline Motec (http://www.motec.com.au/i2/i2pro/), l’idea è un po’ stata scopiazzata (anche se con diversi fini) dalla GT-R di una decina di anni fa (che usava la porta COM 🙂 però è carina!

  • Jeby

    Ahahah! mi aspettavo un commento del genere da te! Ovviamente le finalità di questo sistema sono completamente diverse da quelle della GT-R o delle Motec, ovviamente il target è diverso! E anche l’intento finale 😉