iTunez 8: la boccia che fa travasare il naso

Proprio come la proverbiale boccia (o era la goccia?), iTunez mi ha fatto travasare il naso. Come dite? Prendo fischi per fiaschi? Sarà, ma un paio di fastidi ci sono comunque…

Non capisco perché ad ogni nuova versione, iTunez debba aggiungere, insieme alle novità positive, qualche nuovo peggioramento.
Prendiamo Genius: a cosa pensavano i programmatori Apple quando hanno creato Genius? Secondo me a questo:

Il Genius del mio iTunes è un po’ cretinus, non essendo in grado di fare abbinamenti per i tre quarti della mia libreria musicale. E va bene, ci sta, forse ho gusti un po’ particolari.
Sinceramente non capisco con quale algoritmo Genius compili le playlist: se scelgo una canzone di De André, mi compila una playlist con (tra gli altri) Litfiba, Tiromancino e Negrita! Ma che ci azzeccano?! ‘-_- Molto più condivisibile l’elenco proposto da Last.fm (servizio che consiglio a tutti), a proposito di De André

Poi non capisco perché questo simpatico genietto riesce a lavorare solo con alcune canzoni di un album e non con altre dello stesso album, benché entrambe presenti nello iTunes Store! Sempre parlando di De André, ad esempio Genius funziona con “Il testamento di Tito” ma non con “Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers” (bellissima!) entrambe presenti nello stesso album raccolta, in vendita anche sull’iTS:

Insomma Genius è un idea intrigante, ma va istruito meglio: Apple, chiedi un po’ consiglio a Last.fm o altri servizi “social”, sono molto meglio congegnati! 😉

Ma veniamo al vero pomo della discordia: le orribili, insopportabili, invasive, rompiballe freccine dell’iTunez Store.

Ma se la canzone ce l’ho in libreria, perché mi inviti a comprarla? Ok, io non sarò un Genius, ma è chiaro che mi prendi per i fondellis!
Per fortuna ci sono dei santi uomini che si impegnano a risolvere i nostri problemi! Nel terminale, digitate

defaults write com.apple.iTunes show-store-arrow-links -bool FALSE

date invio e sarete liberi. Se sostituite FALSE con TRUE riavrete indietro le odiose freccette.

Fatto ciò potete godervi (?) l’effetto Magnetosphere in santa pace. Buon monopolo magnetico a tutti!

’nuff said