Quando un dock non basta

Non so se è capitato anche a voi, ma sul 12″ il dock ha cominciato a starci strettino! Urgeva una soluzione pratica al problema! Così ho scaricato e installato DragThing, shareware (14$), che gli utenti di vecchia data conosceranno di certo, che permette di creare nuovi dock, con tanto di etichette, per depositarci applicazioni, file e cartelle! Poi con ClearDock, freeware, ho dato un’aggiustatina al dock, e questi sono i risultati:

in basso c’è solo il dock, che contiene le icone del Finder e di Preferenze di Sistema, oltre a quelle delle applicazioni in esecuzione; i dock creati con DragThing se ne stanno chiusi come cassetti ai bordi dello schermo, pronti ad essere aperti se cliccati o sfiorati! In alto c’è il dock per le cartelle con cui lavoro spesso:

a sinistra invece il dock contenente le applicazioni che uso di frequente, divise in categorie (cioè depositate su diversi layer):

e infine una bella foto di gruppo:

che ne dite?

[OT]
Ah, ho anche cambiato la cartella degli sfondi: ora i wallpaper vengono pescati da una cartella contente solo gli sfondi più belli su Spiderman e soci! Dovete capirmi, sono ancora sconvolto dalle vicende di [SPOILER: NON LEGGETE SE NON VOLETE SAPERE COME VA A FINIRE] Spiderman: The Other (evolve or die) [FINE SPOILER]! Davvero grande storia, che mi ha fatto tornare ai tempi di Kraven’s Last Hunt – Fearful Symmetry (illustrato da Mike Zeck e orchestrato da uno splendido DeMatteis)… e se penso che dopo comincerà la saga Civil War…
[/OT]

’nuff said