Fumetti digitali su Mac OS X

Non è un mistero che io sia un appassionato lettore di fumetti: leggo veramente di tutto, e in tutti i formati possibili! Tra i vari formati in cui i fumetti possono essere distribuiti, c’è anche quello digitale, ma bisogna fare un’importante distinzione: vi sono fumetti distribuiti illegalmente, e altri, invece, distribuiti legalmente.

Gli illegali
I fumetti distribuiti illegalmente sono quelli che risultano dalla scansione di un fumetto cartaceo, protetto da copyright, e poi messi in qualche circuito peer2peer. Chi realizza più spesso queste scansioni è un gruppo chiamato DCP (Digital Comic Preservation). La distribuzione di opere protette da copytight da parte del DCP è sicuramente illegale, ma chi scarica è passibile di denunce, multe ecc?? Qui bisognerebbe interpellare un avvocato (spero qualcuno inteevenga), ma io penso che se chi scarica un fumetto possiede già una copia regolarmente acquistata di quel fumetto, beh allora non dovrebbero esserci problemi. Infatti nessuno vieta di passare allo scanner un fumetto regolarmente acquistato, per farne un “backup” o per leggerlo in treno senza dovermi portare dietro il cartaceo (che si rovina!!). Se la scansione è già pronta, non penso cambi molto. Comunque questo genere di distribuzione illegale ha fatto la fortuna di parecchie serie. Ultimo il caso di Naruto (l’ho detto che i manga non mi piacciono?), che prima di essere pubblicato in Italia da Panini Comics, e prima di finire sugli schermi televisivi su Italia 1, ha trovato ampio riscontro nella comunità “parallela” dei digital comic readers, che scaricavano le puntate (In inglese, spero) dal peer2peer.

I legali
Esistono poi una serie di piccole case editrici che distribuiscono, gratuitamente o meno, i loro fumetti solo in formato digitale! Giusto per segnalarne un paio, vi sono la FlashBack Universe (un po’ immatura, ancora) e la NBC che distribuiscono fumetti digitali gratuitamente. Anche le grosse case editrici però a volte offrono “cofanetti” contenenti cicli di storie in formato digitale: questa prassi è molto diffusa negli USA e i fumetti si possono trovare, ad esempio, su Amazon o sul sito della stessa casa editrice.

Sia che i fumetti siano distribuiti legalmente, sia illegalmente, i formati con cui vengono più spesso distribuiti sono i CBR e CBZ, acronimi per Comic Book Rar e Comic Book Zip, archivi compressi contenenti immagini e qualche file di informazioni. A volte si possono pure trovare fumetti in PDF. In ogni caso, bisogna dotarsi di un opportuno software che permetta di leggere con comodità i fumetti sul proprio Mac. Io ne ho provati due.

ComicBookLover: shareware, 25$, Universal Binary. Decisamente completo come software perché consente di organizzare e catalogare i propri fumetti, oltre che permetterne la lettura. Insomma fa con i fumetti quello che iTunes fa con le canzoni. Però, sinceramente, non mi sono trovato molto bene con il programma: l’interfaccia del “reader” è poco intuitiva, e il programma risulta essere un po’ pesante. Graficamente è molto bello, ma il prezzo è secondo me elevato. Bellissima l’icona!

FFview: freeware, Universal Binary. Questo è decisamente quello che preferisco. Oltre ad essere gratuito e molto semplice da usare, presenta caratteristiche avanzate da non sottovalutare. Tre le opzioni più interessanti, la possibilità dei controlli vocali o tramite cellulare (Ericsson) bluettoth, con gli script Romeo. FFview non consente di organizzare i fumetti in playlist e librerie, però c’è un comodo cassetto laterale che mostra le cartelle contenenti i fumetti (bisogna impostare le preferenze del programma inserendo il percorso della cartella in cui andare a cercare i fumetti).

Entrambi i programmi aprono una moltitudine di formati, tra cui anche i PDF. Se avete monitor 16:10, più vicini per proporzioni ai fogli usati per i fumetti (occidentali), vi conviene ruotare le immagini e tenere lo schermo in verticale: sui portatili forse può essere un po’ scomodo, ma il vero problema (se il monitor non p dei migliori) è l’angolo di visuale. Su monitor 4:3 il vantaggio è relativo, e forse conviene di più tenere la pagina a tutto schermo e scorrere con il mouse.

p.s.: se siete di quelli che pensano che i fumetti siano “roba da ragazzini”, girate a largo da questo blog! Mai castroneria più grande fu detta o pensata!

’nuff said

Technorati Tags :